Roma: a Piazza Barberini terminati i restauri della Fontana del Tritone

Terminati, dopo più di un anno, i lavori di restauro della Fontana del Tritone di Gian Lorenzo Bernini.

Di seguito le immagini da Il Messaggero

 

 

 

La posizione al centro di un nodo stradale importante di Roma ha reso questa scultura estremamente vulnerabile, e, come si può vedere dal confronto della foto precedente al restauro, si erano formati sulla superficie tutta una serie di polveri e residui che le conferivano un aspetto -addirittura!- quasi ambrato. L’intervento rientra all’interno si una serie di restauri che interesseranno anche altre celebri fontane di Roma.

La scultura fu terminata da Bernini nel 1643 ed è realizzata in travertino. Rappresenta Tritone inginocchiato all’interno di una conchiglia nell’atto di soffiare uno zampillo d’acqua (zampillo che nella mitologia diviene tempesta) . Capolavoro della statuaria secentesca per fontane, Bernini, qui, si avvale di tutta quella serie di espedianti volti a teatralizzare la scena: il dio è sorretto da quattro delfini che intrecciano la coda per sorreggere la grande conchiglia all’interno della quale si erge il dio; il tutto reso con qull’armonia compositiva tipicamente berniniana e quella capacità di rendere mimeticamente nella pietra diversi materiali. La fontana fu realizzata per una serie di lavori di riqualificazione della piazza voluti da Urbano VIII Barberini, al centro del basamento si può infatti notare lo stemma araldico con l’ape barberiniana.

Precedente Cornovaglia: covo di pirati e contrabbandieri Successivo Una mostra (con)turbante