Norma e capriccio. Spagnoli in Italia agli esordi della “maniera moderna”

 

Dal 4 marzo al 26 maggio, la Galleria degli Uffizi di Firenze ospiterà la mostra intitolata Norma e capriccio. Spagnoli in Italia agli esordi della “Maniera moderna”.

 

Alonso BerrugueteLa mostra è dedicata all’attività di artisti spagnoli approdati in Italia fra l’inizio del Cinquecento e gli anni venti del secolo, partecipi, dunque, del fervido clima culturale animato a Firenze, a Roma e a Napoli.L’esposizione accompagna il visitatore attraverso quattro sezioni che rispettano una divisione geografica che mette in parallelo i capolavori creati da artisti iberici con opere d’arte dei più grandi esponenti italiani del Quattro e del  Cinquecento. Si tratta di personalità spinte dal viaggio e dalla bramosia di confrontarsi con le conquiste della “maniera moderna”, vi figurano personaggi come Alonso Berruguete, Pedro Machuca, Pedro Fernández (conosciuto come lo Pseudo Bramantino) e ancora Bartolomé Ordóňez e Diego Silóe; tutti artisti provenienti da diverse località e capaci di guadagnarsi una posizione di tutto rispetto sulla scena italiana e spagnola. Una sezione della mostra -l’ultima- è dedicata ai lavori che questi artisti realizzarono al loro ritorno in patria, in modo tale da poter valutare l’influenza della loro eredità sulla pittura iberica.

Immagine: Alonso Berruguete, Madonna con Bambino e San Giovannino, Firenze, Palazzo Vecchio,1510-15 ca.

Siti mostra:

http://www.unannoadarte.it/norma.html

http://www.uffizi.firenze.it/mostre/mostra.php?t=50f58440f1c3bcb016000002

Precedente Un demone del colore: Soutine Successivo Io mi astengo. Io non delego. Io lotto.